Press room

I nostri News

Mettersi in proprio investendo nel fitness

 

Franchising, microstudio, e l’innovazione del metodo basato sulla stimolazione elettro-muscolare: sono questi i pilastri del successo del marchio Bodystreet, alla ricerca di partner in Italia per l’apertura di nuovi centri fitness. Il suo motto: “20 minuti di allenamento bastano”. Venerdì 29 settembre inaugurerà il primo punto vendita a livello nazionale a Verona, con l’obiettivo di aprirne 200 in tutta Italia nei prossimi 5 anni, creando opportunità di investimento e posti di lavoro.

Franchising: un appoggio a 360 gradi, coaching e supporto quotidiano

L'avvio della propria attività è ovviamente una decisione personale, ma chi sceglie Bodystreet è sostenuto sin dall' inizio da un pacchetto globale. “Coloro che optano per il franchise Bodystreet possono beneficiare di un’efficiente consulenza nella progettazione e nell’implementazione dell’attività”, sottolinea Thomas Ruedl, master franchise per l’Italia e referente per le aperture sul territorio nazionale. “In particolare, Bodystreet supporta i propri franchisee in modo operativo: ricerca della giusta location, business plan, interfaccia con le autorità locali, consegna dell’equipaggiamento, selezione e addestramento del personale, consegna di tutti i documenti e software necessari e implementazione di strategie marketing e pubblicitarie ad hoc”.

“L’investimento iniziale ammonta da 70.000 a 90.000 euro chiavi in mano – prosegue Ruedl – con un tempo di ammortamento pari a circa un anno. E’ certamente un’ottima opportunità di investimento sia per coloro che dispongono di una certa esperienza nel settore del fitness che per i neofiti”. Non da meno, il marchio Bodystreet ha creato, dal 2009 ad oggi, numerosi posti di lavoro: “Facciamo presente che Bodystreet ha aperto oltre 250 centri in tutta Europa. Le sessioni di allenamento erogate mensilmente sono oltre 150.000. Ciò dimostra chiaramente che si tratta di un trend in crescita costante”.  

“Il vero know-how di Bodystreet va oltre il supporto nell’apertura della filiale – conclude Ruedl -. Offriamo coaching e sostegno quotidiano nella gestione dei nostri franchisee, assicurando loro il successo. Inoltre, grazie al nostro know-how gestionale, siamo in grado di offrire anche multi unit franchise, grazie al quale l’affiliato può gestire più punti vendita”.

Microstudio: il fitness del futuro

Il maggior fattore di successo del microstudio è il poco spazio richiesto, che porta ad un notevole abbassamento del costo per l’acquisto o l’affitto della struttura e alla possibilità di considerare l’apertura di un centro in aree della città particolarmente attraenti. “Il centro pilota a livello nazionale – prosegue Ruedl - che verrà inaugurato a Verona ha una dimensione di 100 mq e conta due dipendenti, ma le misure possono essere anche inferiori, circa 80 mq”.

EMS: il metodo di allenamento innovativo dei 20 minuti

La stimolazione elettro-muscolare (EMS) ha rivoluzionato il mercato del fitness nell' Europa centrale. Incentrato su elettrodi che sono attaccati a braccia e gambe tramite un giubbotto, consente, parallelamente agli esercizi di allenamento, una stimolazione dei muscoli più intensa grazie ai picchi di corrente accuratamente dosati. Il risultato: un allenamento di tutto il corpo altamente efficace, duraturo e rivolto a tutti, dai principianti agli atleti.

L’innovazione del metodo risiede anche nel fattore tempo: “Assicuriamo il massimo dei risultati in sessioni della durata di 20 minuti”, spiega il fondatore Matthias Lehner. “L’offerta Bodystreet si rivolge principalmente a persone con poco tempo da dedicare all’attività sportiva ma che desidera comunque goderne i benefici”.

 

 

Nel 2007 Emma e Matthias Lehner fondano a Monaco di Baviera il marchio Bodystreet. Dopo un intenso lavoro concettuale e una fase pilota di due anni, hanno presentato il loro modello di franchising nel luglio 2009. Con oltre 250 centri specializzati in Germania, Austria e Regno Unito, Bodystreet è uno dei sistemi più innovativi del settore. Nel 2015, l’azienda si è aggiudicata il DFV Franchise Marketing Award e nel 2016 è stata anche nominata DFV Franchise System of the Year. Inoltre, Bodystreet ha ricevuto il "Premio della Fiera tedesca" nel 2014,2015 e 2016.

In Italia, l’obiettivo di sviluppo comprende l’apertura di 200 centri Bodystreet su tutto il territorio nazionale. L’investimento iniziale ammonta dai 70.000 ai 90.000 euro chiavi in mano, con tempo di ammortamento pari a circa un anno. Le misure richieste per l’apertura di un centro Bodystreet sono comprese tra gli 80 e i 100 mq. Lo studio pilota si trova a Verona e verrà inaugurato il 29 settembre 2017, con una superficie di 100 mq e due dipendenti, in una posizione facilmente raggiungibile in auto e con parcheggio.

Che cosa è l'allenamento EMS?

Trova le risposte nelle nostre FAQ

FAQ